top of page

Archive

The Hikma's Post

Lebanese students are choosing secularism

The future ruling class of Lebanon seem to be losing interest in the religious cleavages that have defined its society for generations. The results of student elections show a rise of support for secular associations over the traditional confessional movements. Could this be the beginning of a radical social process that will change the picture of the Lebanese future?

Image-empty-state.png

27/01/2023

In fondo al mar

C’è chi ha letto il titolo cantando e chi mente. Avete mai sentito parlare di dominio sottomarino? No? Allora siamo in due! Eppure, questa arena ancora così inesplorata sarà di vitale interesse per il nostro futuro, per diversi motivi che spaziano dalle comunicazioni al commercio, dalla difesa all’energia, fino al cambiamento climatico. Cerchiamo insieme di capirne di più!

Image-empty-state.png

19/01/2023

A(I)RTISTS

Artificial Intelligence is changing the way we experience things around us, including the art world. From its use in virtual and augmented reality to 3D printing, AI is transforming the way we create, share, and experience art. In this article, we'll explore some of the possibilities and challenges that AI is opening up for artists and art lovers.

Image-empty-state.png

15/01/2023

Come la Cina sta costruendo un nuovo ordine internazionale multilaterale

Fin dagli albori della società, grandi nazioni si sono imposte sullo scenario globale e lasciato la propria impronta, forti di uno spiccato potere politico, economico e militare, ma soprattutto di sofisticati sistemi di infrastrutture che espandessero tale potere fino alla creazione di un vero e proprio impero. Sono numerosi gli esempi che la storiografia ci restituisce: da Roma e la sua vasta rete di strade ed acquedotti, all’Impero britannico e le sue bisettrici Cairo - Città del Capo e Londra – Mumbai, senza tralasciare i progetti ferroviari di Russia e Stati Uniti della Transiberiana e della Transcontinentale tra il XIX e XX secolo. Adesso è la volta della Cina, la quale sta affermano la sua posizione di potenza economica globale con la costruzione della nuova Via della Seta, progetto accompagnato da ulteriori ambizioni per il controllo del Mar Cinese Meridionale, dello Stretto di Malacca e l’avvento di una nuova “scramble for Africa”.

Image-empty-state.png

15/12/2022

La sicurezza energetica europea sotto scacco

Quotidianamente sentiamo parlare di sicurezza energetica, sia per la necessità di garantirla tramite risorse sostenibili coerenti con il Green Deal europeo ma, soprattutto, per l'instabilità dei mercati energetici derivata dalla ripresa economica post-Covid e dalla guerra in Ucraina. Come interferiscono le relazioni tra Stati nello stabilire prezzi per una fornitura adeguata di energia? Ne abbiamo parlato con l’analista geopolitico Elia Morelli, il direttore ricerche e studi dell’Istituto Bruno Leoni Carlo Stagnaro ed il professore Massimo Nicolazzi, ospiti alla conferenza “La sicurezza energetica e le sue sfide contemporanee” organizzata da Hikma.

Image-empty-state.png

10/12/2022

What Austria-Hungary tells us about the Danube basin

The Danube region is an often-overlooked part of Europe. The nations in it search after more integration with the western part of the continent and between themselves. The history of the region and the interactions between the various nationalities are tied to the old occupant of most of the region, Austria-Hungary. The failure of its federalist project and the violence its collapse caused should be regarded in more consideration as it showed the consequences of the lack of cooperation among the different actors in the region.

Image-empty-state.png

9/12/2022

A new war with an old face

Information warfare (IW) can be described as a particular type of (primarily military) operation, consisting in the exploitative use of information and information systems to weaken, destroy, corrupt or obtain adversaries’ data, in order to gain an advantage over the adversaries and manipulate or demoralize them. Although it can seem like a new phenomenon, it is not. In fact, the first example of information warfare can be traced back to WWI, but nowadays, it can be considered the new face of war because of technological development, which allows information to be circulated faster and to a larger audience. IW is an umbrella term, it combines electronic warfare, operations security, deception, physical attack, and psychological warfare. This article will be focused mainly on the latter.

Image-empty-state.png

01/12/2022

Qatar 2022: il potere politico del calcio


Domenica 20 novembre ha avuto inizio la FIFA World Cup in Qatar: ma è già da qualche settimana che veniamo sommersi di notizie a riguardo, notizie che in buona parte sono segnate da toni polemici e critici. Più di tutto, le critiche pongono l’attenzione su una questione che emerge puntuale ad ogni mondiale: quella dei diritti dei lavoratori, in questo caso con una particolare attenzione verso lo sfruttamento dei migranti. L’importanza dell’evento non è dovuta solamente alla sua notorietà a livello globale, ma anche al fatto che porti con sé un’ interessante novità: per la prima volta nella storia, una Coppa del Mondo avrà luogo in un paese arabo.

Image-empty-state.png

01/12/2022

The new OPEC+ energy policy towards the West: a cooperation or a coercive tool?

The latest OPEC and non-OPEC Ministerial Meeting was held at the beginning of October and a new direction in the international energy policy has been implemented by countries among which Saudi Arabia. In fact, the proposal to cut oil production by 2 million barrels per day passed, meaning for Washington and the Western countries that they will have to seriously consider OPEC+’s leverage in the future.

Image-empty-state.png

22/11/2022

Hong Kong Ready for a Fast-Track Accession to World’s Largest FTA

The Special Administrative Region (SAR) of Hong Kong appears to be on the verge of joining RCEP, the Regional Comprehensive Economic Partnership. The deal consists of a regional free trade agreement joining together, at the time of writing, 15 countries in the Indo-Pacific region accounting for one third of world’s output. This makes RCEP the largest trade deal in the world and in human history, linking economies worth a cumulative thirty trillion USD.
Hong Kong’s recent pushes for accession are likely to succeed. Entering the RCEP network would permanently link HK’s future to ASEAN’s economies, socialise the city even more closely with its partners and ease trade and facilitate intra-regional investment flows.

Image-empty-state.png

17/11/2022

Do domestic variables influence war support? Evidence from Ukraine

Russian aggression against Ukraine has sparked a significant reaction in terms of economic sanctions against Moscow and military/financial support towards Kiev. Although geographically limited to the so called “West” of the world, the impact of the sanctioning/support measures is extremely high due to the comparative economic and military power of the states involved. But why did these states intervene in the first place?

Image-empty-state.png

14/11/2022

Le nuove sinistre latinoamericane

Con la vittoria di Lula, candidato del Partito dei Lavoratori (PT) lo scorso 30 ottobre, anche il Brasile si aggiunge ai paesi dell’America Latina che tra il 2018 e quest’anno hanno eletto governi di sinistra. Il Presidente designato, infatti, appartiene allo stesso “spettro politico” di Andrés Manuel López Obrador in Messico, Alberto Fernández in Argentina, Luis Arce in Bolivia, Pedro Castillo in Perù, Gabriel Boric in Cile e Gustavo Petro in Colombia. La “svolta a sinistra” politica nella regione potrebbe garantire dialoghi più fluidi tra le nazioni che si ritrovano con programmi politici in gran parte convergenti; una cooperazione nel blocco che potrebbe significare maggior rilevanza negli scenari internazionali.

Image-empty-state.png

09/11/2022

The cat and the bird

Both Germany and Turkey have established themselves as leading actors in the business of arms exports, albeit with two very different approaches. What is the link between them, and how does it relate to their role in Ukraine? This article compares the policies of the two countries regarding arms exports, with a focus on two crucial weapon systems, the Gepard and the Bayraktar TB2.

Image-empty-state.png

6/11/2022

La situazione in Afghanistan, oggi

È passato più di un anno da quando tutte le principali fonti di informazione hanno diffuso le immagini dell’esercito statunitense che lasciava l’Afghanistan dopo vent’anni di operazioni militari e presenza sul territorio. I talebani sono tornati, l’Afghanistan è di nuovo un Emirato Islamico, e ora che la polvere si è posata possiamo analizzare la situazione attuale.

Image-empty-state.png

03/11/2022

God save the Commonwealth:
Could it survive the Queen's death?

Following Queen Elizabeth’s death and some Commonwealth members’ expressed desire to jettison the Monarchy, the debate reignited about the function and the future of this political association. Will this be the breaking point of the Commonwealth, or will King Charles III be able to hold what’s left of it together? What are the countries requesting from the British Monarchy? Let’s examine the current situation and what may happen in the next few years.

Image-empty-state.png

31/10/2022

How Meta impacted the Israeli-Palestinian conflict in May 2021

A recent study has shown how Meta (Facebook, Instagram and WhatsApp) impacted human rights in the outbreak of violence transpired after the eviction of Palestinian families in the Sheikh Jarrah neighborhood in May 2021, during the ongoing Israeli occupation of the West Bank. The Israeli-Palestinian conflict was in fact brought back in the media spotlight after the increasing tensions, leading to palestinian riots and culminating with Hamas rockets attacks and Israeli airstrikes targeting the Gaza Strip.

Image-empty-state.png

27/10/2022

Crisi energetica, in bilico tra recessione e opportunità di ripresa

Da mesi ormai il tema del caro energia è protagonista indiscusso tanto dei media italiani quanto delle chiacchiere da bar di qualsiasi consumatore. Anche alle orecchie del più distratto cittadino sarà giunto un ammasso disordinato di notizie poco rassicuranti rispetto al tema, tra bollette in aumento, razionamenti energetici, price cap, filiere a rischio, transizione energetica difficile e così via. Ma cerchiamo di fare ordine e ricostruire passo dopo passo cosa sta succedendo nel settore dell’energia, quali sono le cause, le conseguenze, le soluzioni di breve e lungo periodo proposte e le opportunità da cogliere illustrate all’Italian Energy Summit de Il Sole 24 ore.

Image-empty-state.png

20/10/2022

SOS CEDAR COUNTRY ON FIRE:THREE PROBLEMS IN LEBANON

The Lebanese government is not only tackling the long-lasting economic crisis, but the energy and environmental emergencies as well. What impact does the new maritime border agreement with Israel have? How is the population facing cost of living?

Image-empty-state.png

19/10/2022

Come (non) funziona la revisione dei trattati dell’Unione europea

Lo scorso giugno il Parlamento europeo ha approvato una risoluzione per la revisione dei trattati istitutivi dell’UE. Tra le richieste ci sono soprattutto riforme istituzionali, ma anche cambiamenti nelle procedure decisionali e nelle competenze europee. Tutte modifiche che non possono andare in porto senza l’approvazione del Consiglio europeo, che però si ostina a non dare risposte.

Image-empty-state.png

17/10/2022

Are Chinese Politics About to Shift? Tradition and Change at the 20th National Congress

October 16th, 2022 could mark a milestone for Chinese politics, both in a historical and in a more “down-to-earth” political connotation. During the traditional recurrence of the National Congress, held every 5 years since the days of the earliest embryonic cells of what would later become the Chinese Communist Party, over 2000 members belonging to the now well-established ruling political association gather at the Great Hall of the People, at the heart of Beijing. The event is set to last for about one week, as it usually happens.

Image-empty-state.png

13/10/2022

Law and Disorder
The necessity of an ecocide law and the obstacles on its path

How is the crime of ecocide defined? What can we expect from the worldwide attempt to make it an international crime under the International Criminal Court and what major changes could it prompt? These and other questions were tackled last Thursday in a Hikma Workshop organized in collaboration with the association Stop Ecocidio Italia.

Image-empty-state.png

9/10/2022

Uno o più modelli scandinavi?
Un’analisi comparata del grande Nord

Quante volte ci siamo sentiti ripetere che “bisogna fare come *inserire paese scandinavo*” a seconda della situazione? Indubbiamente, questa regione così remota e affascinante offre moltissimi spunti di riflessione, non da ultimo per il fatto ricoprire inevitabilmente le prime posizioni di tutti i ranking sulla qualità della vita. Facciamo insieme un piccolo salto indietro per scoprire qualche curiosità in più su questi paesi!

Image-empty-state.png

30/09/2022

Quale sarà il destino della democrazia brasiliana?

Dopo quattro anni di presidenza Bolsonaro, sommersa dalle critiche (ad esempio l’aumento della deforestazione in Amazzonia, indagini per corruzione e accuse di crimini contro l’umanità per la gestione della pandemia), la popolazione del Paese più grande dell’America Latina è chiamata alle urne in un contesto politico decisamente polarizzato.

Image-empty-state.png

29/09/2022

Dentro la Transnistria, la regione che non c’è

A fine aprile un attacco, definito in modo diametralmente opposto dalla comunità internazionale, ha colpito un palazzo del governo a Tiraspol, nella repubblica filorussa separatista e autoproclamatasi indipendente della Transnistria. Nessuno vuole dirlo ad alta voce, ma la guerra potrebbe presto vedere un nuovo Paese coinvolto.

Image-empty-state.png

11/05/2022

Will Sanctions Change Russia?

After Putin’s decision to invade Ukraine, Western countries unified to fight against his choice. They didn’t (and couldn’t) reply with conventional weapons, so they decided to use financial ones. Whether sanctions are right or not it depends. It depends at first by what we define as “right” and secondly by what the purposes are. This article has the goal to discuss the characteristics that may make sanctions more effective for the purpose of the countries involved: the withdraw of Russian armies.After Putin’s decision to invade Ukraine, Western countries unified to fight against his choice. They didn’t (and couldn’t) reply with conventional weapons, so they decided to use financial ones. Whether sanctions are right or not it depends. It depends at first by what we define as “right” and secondly by what the purposes are. This article has the goal to discuss the characteristics that may make sanctions more effective for the purpose of the countries involved: the withdraw of Russian armies.

Image-empty-state.png

06/05/2022

Tokenismo: cos’è e cosa rappresenta?

Il termine tokenismo deriva dalla parola inglese “token”: un elemento che assume valore intrinseco solo se inserito in un contesto ben specifico. Rappresenta pertanto un simbolo, un emblema, che viene inserito in un determinato quadro con uno scopo ben preciso: sembrare inclusivi.

Image-empty-state.png

28/04/2022

Education is a Right, not a Privilege

“With an education, everyone has an equal and fair chance to make it in life. But I believe education is not only about the syllabus. It is about friendship and also a place to discover our talents and allows us to discover our destiny”.
Mary Maker

Image-empty-state.png

13/04/2022

The Giant Awakens:
German rearmament after Ukraine

The main power in continental Europe is coming back on the scene as the dominant military actor. Is it a definitive turning point or is it just a temporary claim that will soon fade away? Let’s examine together the complex military history of Germany.

Image-empty-state.png

11/04/2022

Detenzione e democrazia: contraddizioni e incongruenze

Sebbene le democrazie occidentali si fondino su valori come la tutela dei diritti
umani, all’interno del sistema penitenziario, si riscontrano molte contraddizioni
fra teoria e pratica. I dati sulla popolazione penitenziaria segnalano inequivocabilmente un aumento consistente della quantità di persone detenute nelle democrazie occidentali e il conseguente peggioramento delle condizioni di
detenzione. Il motivo risiede in diverse cause politiche e sociali.

Image-empty-state.png

08/04/2022

Un eterno dilemma - l'Unione Europea e le sue incertezze

L’idea di Spinelli e degli altri padri fondatori era quella di giungere quanto prima a una federazione di stati europei, con una precisa connotazione ideologica condivisa e allo scopo di garantire la pace sul vecchio continente. A distanza di 65 anni dal trattato istitutivo della CEE, però, l’odierna Unione Europea continua ancora a smentire sé stessa, senza riuscire a trovare un proprio punto di equilibrio. Analizziamone il processo di allargamento verso est e lo stato di salute dei papabili “candidati” all’adesione, le sfide connesse e le relative tempistiche di una presunta espansione

Image-empty-state.png

04/04/2022

The democratization of violence

Situations of violence, conflict are usually approached as an aberration, an exception of normality, therefore, understanding normality as a peaceful environment. In fact, the conflict studies or peace studies are created in order to try to understand this “exceptional situation”. Rebel groups, violent protests, riots, repressions, daily violence, are part of everyday normality. Therefore, through a relational approach the aim is to provide another understanding and analysis of violence and democracy as interrelated, not as separate dynamics.

Image-empty-state.png

01/04/2022

Keeping a ghost alive

Russia and Ukraine are fighting a parallel war to the actual conflict, an information war fought on social networks and newspapers, with different strategies and objectives. Both states try to impose their own narrative of the conflict, often resorting to the use of disinformation as a tool to achieve their goals. From the myth of the great Russia to that of the ghost of Kiev. How is it the media war being fought, and who is winning it?

Image-empty-state.png

29 marzo 2022

La cyberguerra russa

La guerra perpetrata dalla Russia di Putin nelle ultime settimane contro il popolo ucraino si sta guadagnando l’attenzione e l’orrore di tutto il mondo, una guerra che si differenzia dalle precedenti per l’ampio utilizzo di strumenti di offesa ibridi, tra i quali la guerra cybernetica. Trattasi di una strategia largamente utilizzata dal governo russo più o meno direttamente anche in passato, vantando numerosi episodi di hackeraggio ai danni dei governi occidentali, in modo particolare degli Stati Uniti, che hanno portato ad una escalation di tensione diplomatica e di reciproche sanzioni al cui apice si possono collocare i recenti fatti.

Image-empty-state.png

22 marzo 2022

Pechino D'Ampezzo. E la neve?

Prima che ci ritrovassimo una guerra davanti alla porta di casa a
risvegliare in noi il ricordo che la diplomazia da sola non è la regola,
eravamo tutti impegnati ad indignarci per cose che ora sembrano più
futili. Come la mancanza di neve naturale alle Olimpiadi invernali. Post
su post dall’inizio delle competizioni hanno portato all’attenzione
dell’opinione pubblica una domanda che gli appassionati hanno in
mente dalla nomina della capitale cinese per quest’edizione dei Giochi.
Ma come mai proprio Pechino, se è vero che lì la neve non c’è?

Image-empty-state.png

17 marzo 2022

L’invasione dell’Ucraina e il ritorno della guerra “vecchio stile” in Europa

La nuova crisi ucraina ha fatto riemergere scontri mai sopiti alla periferia orientale dell’Unione. La Russia rivendica un perimetro di sicurezza che ritiene violato in seguito all’allargamento del 2004, mentre l’Ucraina cerca supporto a Occidente, ma avanza richieste che con ogni probabilità rimarranno inesaudite. D’altra parte, l’invasione ha causato una reazione compatta come non si vedeva da tempo sul continente e oltreoceano.

Image-empty-state.png

4 marzo 2022

Il gasdotto della discordia

A distanza di 70 anni, è tornata la guerra in Europa. La Russia di Putin ha invaso l’Ucraina, destando preoccupazione in tutto il mondo. La reazione dei paesi Nato e dell’Europa riguarda pacchetti di sanzioni sempre più severe contro il Cremlino. La prima vera sanzione, adottata ancora prima dell’invasione russa, è stata la sospensione dell’autorizzazione per l’attivazione di Nord Stream 2, il gasdotto lungo più di mille chilometri che collega Russia e Germania e avrebbe dovuto portare più gas in Europa. Perché un tubo appoggiato sul fondale del Mar Baltico è considerato così importante da diventare il gasdotto della discordia e una sanzione contro la Russia?

Image-empty-state.png

28/02/2022

Una narrazione problematica

Non ci si può ricordare della violenza di genere solo il 25 Novembre di ogni anno. La violenza di genere avviene tutti i giorni e in tutti i luoghi.

Image-empty-state.png

24/02/2022

The Myanmar Saga: Game of Accuses

È da poco trascorso un anno dal colpo di stato con cui l’esercito del Myanmar ha destituito la leader democratica Aung San Suu Kyi. All’iniziale accusa di brogli elettorali a suo carico sono stati aggiunti diversi capi d’imputazione, i quali la confineranno lontana dalla politica ancora per diverso tempo. Intanto, diventa sempre più difficile fermare le sistematiche violazioni dei diritti umani perpetrate dall’esercito.

Image-empty-state.png

18/02/2022

Afghanistan: tra aiuti umanitari e riconoscimento internazionale

Correva l’anno 1979 quando l’URSS di Brežnev mise in atto quella che si sarebbe rivelata un’ingloriosa invasione dell’Afghanistan. Da quel momento il popolo afghano non avrebbe più conosciuto la pace e le spaccature interne della società, sommate ai forti interessi di attori esterni, avrebbero condotto la nazione verso un inesorabile collasso. Con l’arrivo al potere dei talebani e il definitivo ritiro degli americani dello scorso agosto, i 42 anni di scontri sembravano essere giunti al termine, sancendo peraltro un grave smacco alle potenze occidentali. Quello che si è aperto, però, è solo un altro capitolo di una storia senza fine. I talebani cercano adesso di gestire un paese allo stremo dialogando con una comunità internazionale che, divisa da prospettive e interessi contrastanti, appare incapace e indecisa su come reagire.

Image-empty-state.png

14/02/2022

Esseri umani, armi ibride e muri

Il 22 novembre 2021 L’agenzia Europea Frontex ha riferito di 8000 attraversamenti illegali del confine tra Bielorussia e Polonia da gennaio a novembre da parte di migranti provenienti prevalentemente da Afghanistan, Iraq e Siria, un aumento del 1444% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. La crisi è particolarmente complessa perché racchiude in sé tre questioni che hanno condizionato la politica interna ed esterna dell’Unione e dei suoi membri negli ultimi anni: le migrazioni, la lenta deriva autoritaria di Polonia e Ungheria e lo scontro tra UE e Bielorussia sulla legittimità del suo governo. Iniziamo l’analisi dall’ultima delle tre, causa primaria del problema.

Image-empty-state.png

09/02/2022

Commissione von der Leyen, due anni dopo

Sono passati poco più di due anni dall’insediamento della Commissione von der Leyen 2019-2024 avvenuto ufficialmente il 1° dicembre 2019. A che punto siamo con gli obiettivi che si era posta l’ex ministra tedesca dei governi Merkel? Il bilancio sul lavoro della Commissione europea è molto positivo, nel segno della tempestività: tanti atti legislativi, il Next Generation EU, l’impegno sull’approvvigionamento dei vaccini. Perplessità, invece, nella gestione della politica estera europea: per sistemarla ci sono altri 3 anni di mandato, che scadrà ufficialmente il 31 ottobre 2024.

Image-empty-state.png

02/02/2022

Il ciclo non è un lusso

Abbassare (o meglio, abolire) la tampon tax è una battaglia importante perché lotta contro una questione di disuguaglianza e ingiustizia.

Image-empty-state.png

29/01/2022

La bussola delle repubbliche baltiche: uno sguardo storico

Estonia, Lettonia e Lituania, spesso raggruppate insieme nella Storia e nella cronaca, addirittura confuse dai più distratti, sono in realtà tre entità molto diverse, che hanno però condiviso un destino per secoli molto comune.

Image-empty-state.png

19/01/2022

Pechino 2022: boicottaggio diplomatico

Il countdown è iniziato, mancano meno di due mesi ai Giochi Olimpici Invernali di Pechino 2022, ma più i riflettori si accendono e vengono puntati sulla competizione sportiva più le ombre si formano e si espandono. Gli Stati Uniti sono stati i primi a dichiarare il boicottaggio diplomatico, suscitando forti reazioni dalla Cina e una spaccatura a livello internazionale se seguire la strada americana o meno.

Image-empty-state.png

21/12/2021

Climate change’s influence in rising tensions and conflicts: the Nile river crisis

The main purpose of this article is to review and understand the research that has been made in relation to climate change and violence, more precisely the increase in the form of violence known as communal violence, this, studied from a broad political science perspective. Recent quantitative studies found a link between weather anomalies and an increase of some forms of violence. It is true that some mechanisms do not seem to have deep consistency, nonetheless, it’s important to note the improvements made during the last few years regarding climate change and its relation with the increase in the risk of violence. Therefore, deeper focus on the political consequences of adaptation and mitigation is needed. In this article, we will briefly explore the current conflict between Egypt and Ethiopia to see whether this conflict is aggravated by climate change effects and the possible outbreak of some kind of communal violence.

Image-empty-state.png

18/12/2021

Bentrovato Presidente

È da ormai un mese che è stato eletto in Giappone un nuovo governo, sempre sotto la guida del partito liberaldemocratico di Fumio Kishida, che si vede confermare il mandato che aveva ottenuto temporaneamente dopo aver preso il posto di Suga a capo del partito. Il suo compito è arduo: risollevare i consensi e dare una nuova spinta al Paese nel post-pandemia.

Image-empty-state.png

09/12/2021

Lo scontro Cina-Taiwan: un guaio per l'Occidente e non solo

Le tensioni sorte il mese di ottobre tra la Cina continentale e l’isola di Taiwan hanno fatto il giro del mondo e destato preoccupazione per coloro che pensavano (e pensano ancora) che una guerra tra le due parti storicamente nemiche sia ormai inevitabile e, tutt’al più, solo rinviabile. Ad aggravare la situazione ci pensano poi gli Stati Uniti che, se da un lato si schierano al fianco di Taipei ergendosi paladini della giustizia, dall’altro rischiano di destabilizzare irrimediabilmente una situazione già tanto incandescente. Come la geopolitica ci insegna, però, nessuno interviene in maniera così massiccia all’esterno dei propri confini se non per interessi di varia natura ritenuti indispensabili per il sostentamento del proprio paese. Per comprendere bene il contesto cinese è bene ripercorrere le tracce fondamentali della storia delle due Cine e interpretare il modo in cui il nuovo assetto internazionale di alleanze potrebbe aver ricalibrato i rapporti di potere.

Image-empty-state.png

01/12/2021

Facebook, l'ora più buia

Frances Haugen, ex manager di Facebook, lo scorso 5 ottobre ha sostenuto, davanti al Congresso, che la piattaforma antepone il profitto al benessere degli utenti e che non ha controlli interni. Una tesi che traspare anche dai documenti che il Dipartimento di Giustizia sta utilizzando per condannare 25 persone per l’assalto a Capitol Hill dello scorso 6 gennaio. Due indizi che spingono Facebook - ora Meta - verso l’ora più buia della sua storia.

Image-empty-state.png

26/11/2021

I mari cambiano, i sottomarini restano

Ogni evento storico ha un’espressione propria con cui viene ricordato. Un po’ per convenzione e praticità, un po’ per necessità pragmatica del giornalismo. Oggi sentiamo parlare di crisi dei sottomarini. Ci si riferisce allo scontro diplomatico tra Francia e Stati Uniti a seguito del nuovo accordo di cooperazione militare AUKUS tra Regno Unito, Stati Uniti e Australia in cui la Francia non è stata presa in considerazione.

Image-empty-state.png

16/11/2021

Il Trattato AUKUS “Stab in the Back” o mossa annunciata

Il nuovo trattato, che riguarda essenzialmente condivisione di tecnologia per l’industria della difesa, ha provocato reazioni avverse sia da parte della Cina che della Francia. Quali possono essere le sue implicazioni geopolitiche?

Image-empty-state.png

16/11/2021

La Germania "al semaforo"

Per la prima volta da quindici anni la Germania non sarà guidata da Angela Merkel. Chi sarà il successore di una dei leader più influenti degli ultimi due decenni?

Image-empty-state.png

6/11/2021

Un'industria altamente problematica

Image-empty-state.png

18/10/2021

Women’s Political Participation in the Arab World

La psichiatra Elisabeth Kubler Ross diceva che la prima reazione di un paziente a cui viene diagnosticata una malattia terminale è la negazione, la seconda è la rabbia. Se con una metafora potessimo parlare di “morte geopolitica”, il contesto potrebbe apparire più lucido.

Image-empty-state.png

14/09/2021

I bitcoin e il loro impatto ambientale. Svolta per il futuro?

Image-empty-state.png

13/07/2021

ILGA ANNUAL REPORT 2020. Uno scenario globale in chiaroscuro

In uno studio relativo al trend della tutela dei diritti delle persone omosessuali, e delle relative violazioni, ILGA, ossia International Lesbian Gay Bisexual Trans and Intersex Association ha riscontrato uno scenario globale in chiaro scuro: se da un lato vi è una lenta ma progressiva spinta verso l’accettazione e la legalizzazione, dall’altro ancora numerosissimi paesi sparsi in tutto il mondo considerano l’omosessualità un reato e prevedono pene durissime. Ci si chiede dunque come sia possibile che ancora nel 2020 vi sia una così forte discriminazione e persecuzione, seconda soltanto allo straordinario tentativo di sensibilizzazione e liberalizzazione portato avanti da media, social e pensatori contemporanei.

Image-empty-state.png

07/07/2021

"Food waste" e "food loss": le problematiche e l’impatto globale

Il problema inizia ad emergere dal momento in cui questa risorsa fondamentale viene trasformata in opportunità, vista come un lusso, un privilegio per pochi Paesi.

Image-empty-state.png

30/06/2021

Governing climate change

All'interno dell'Hikma Summit of International Relations 2021, Robert Keohane, politologo ed esperto di Relazioni Internazionali, è stato lo speaker della conferenza riguardante la governance del cambiamento climatico “Governing climate change: what a challenge for politics”. Punto chiave dell'intervento è stata la cooperazione, dato che nessuno stato può risolvere questo problema da solo e “senza collaborazione saremo tutti fritti, letteralmente”. Le parole che seguono sono un riassunto e un'elaborazione di ciò che ha affermato Robert Keohane.

Image-empty-state.png

16/06/2021

E-democracy, e-governance e cybersicurezza: il caso dell’Estonia

Nel corso della panel discussion dell’Hikma Summit of International Relation con Fabio Rugge, head dell’osservatorio ISPI sulla cybersecurity e Giovanni Ziccardi, avvocato e professore di Legal Informatics e Computer Crimes and Digital Investigations, si è a lungo parlato delle sfide, dei rischi e dei vantaggi legati all’impiego delle nuove tecnologie nei sistemi di governance statali e internazionali. Focus sulla discussione con l’avvocato Ziccardi è stato l’elemento nazionale: cosa spinge uno Stato, un governo, ad incrementare l’uso della tecnologia e dell’informatica al suo interno? Quali i benefici e i rischi legati a questa scelta?, Partendo da questi interrogativi, affronteremo il tema della democrazia elettronica, proponendo come case study l’Estonia, un paese di recente indipendenza ma la cui struttura governativa è già saldamente sviluppata e coesa attorno al ruolo della tecnologia.

Image-empty-state.png

09/06/2021

Essay Competition. Il cambiamento climatico sta cambiando il volto dei negoziati sui diritti umani?

Il cambiamento climatico rinforza le disuguaglianze. Una tendenza che sembra stare affermandosi è quella di trattare tali problematiche anche in fora internazionali non strettamente legati al clima o all’ambiente, ma tipicamente concentrati sui diritti umani.

Image-empty-state.png

06/04/2021

NATO and Energy Challenges - Interview with MARC OZAWA

By bringing together experts from the main international organizations and private companies in the sector, Energy Strategies has deepened the evolution of markets and energy security with a specific focus on the Mediterranean basin.

Image-empty-state.png

15/04/2021

Energy Strategies through geopolitical lens - Interview with MARCO CARNELOS

“As the global energy sector is witnessing a fast-paced transition from fossils to renewables, new economic, infrastructural and security challenges are arising.”

Image-empty-state.png

15/04/2021

Welfare, famiglia e parità di genere. Intervista a Chiara Saraceno

Image-empty-state.png

08/04/2021

Il Canale di Suez e il ruolo nel commercio globale

Le recenti notizie giornalistiche sul blocco della nave portacontainer Ever Given nel Canale di Suez hanno riportato l’attenzione globale sull’importanza geopolitica ed economica che lo stretto riveste nell’intero panorama mondiale. È bene, pertanto, ripercorrere le origini e la natura del canale di Suez e le sue implicazioni sui traffici transnazionali e l’economia mondiale.

Image-empty-state.png

06/04/2021

La scoperta delle minoranze musulmane cinesi – intervista a Francesca Rosati

La nostra missione, volta a fornire un costante servizio di informazione e di approfondimento, accessibile a tutti, sulle vicende internazionali del nostro tempo, ha portato HIKMA ad indagare, nella passata Conferenza “Asia among perceptions, decolonization & discriminations”, la delicata situazione delle minoranze religiose islamiche all’interno della Repubblica Popolare Cinese (RPC). Insieme all’esperta Francesca Rosati, dottoranda presso il Research center for Modern and Contemporary China, l’École des Hautes Études en Sciences Sociales di Parigi e l’Università di Leiden, abbiamo cercato di far luce sul perché queste minoranze siano così massicciamente oppresse e come la comunità internazionale abbia reagito a questo tentativo di annientamento identitario così abilmente perpetrato da Pechino.

Image-empty-state.png

30/03/2021

Siria, 10 anni dopo

Nel marzo del 2011 aveva inizio la guerra civile siriana che avrebbe portato, secondo l’ONU, alla «più grande catastrofe umanitaria dalla Seconda guerra mondiale». Oggi la Siria è diventata un inferno

Image-empty-state.png

28/03/2021

L’acqua a Wall Street: da diritto universale a bene commerciale

È stata definita “oro blu” per la sua preziosità, ma non è più solo un modo di dire. Con l’attenzione dei media tutta spostata sulla pandemia da Covid-19, la notizia della quotazione in Borsa dell’acqua, al pari delle altre materie prime, è passata del tutto inosservata. L’ingresso a Wall Street cerca di affrontare il problema della scarsità dell’acqua e di prevenire un’emergenza idrica planetaria, mettendo a rischio, tuttavia, l’accesso equo a una risorsa fondamentale per la sopravvivenza.

Image-empty-state.png

19/03/2021

L’India e le donne senza utero

Povertà, ignoranza, proprietari terrieri e chirurghi senza scrupoli spingono le donne indiane a stravolgere il proprio corpo. Le terribili conseguenze dello sfruttamento lavorativo nel gigante asiatico, in parallelo con un’assistente sociale che da sola lotta contro un sistema criminale e misogino

Image-empty-state.png

17/03/2021

Non solo una questione di cibo

“Without peace, we can't end world hunger; and while there is hunger, we will never have a peaceful world” - United Nations, World Food Programme ( Nobel Peace Prize Laureate 2020)

Image-empty-state.png

16/03/2021

I giganti tecnologici: intervista a Tommaso Valletti

Tommaso Valletti si è unito alla conferenza di Hikma I Giganti tecnologici per spiegare il modello di business delle Big Tech. Lo abbiamo intervistato per analizzare insieme il loro impatto sulla concorrenza.

Image-empty-state.png

13/03/2021

I campi di rieducazione cinesi e la sorte degli uiguri: perché se ne parla così poco?

Dal 2014 la Repubblica Popolare Cinese, sotto l’amministrazione del segretario generale del PCC Xi Jinping ha operato un vero e proprio etnocidio o genocidio culturale perpetrato ai danni delle popolazioni degli Uiguri e altre minoranze presenti nello Xinjiang, regione autonoma nel nord-ovest della Cina. Secondo BuzzFeed (che ha, inoltre, realizzato dei veri e propri modelli dei campi cinesi tramite immagini satellitari e interviste) si tratta della più grande detenzione di minoranze etniche e religiose dalla Seconda guerra mondiale.

Image-empty-state.png

10/03/2021

Unione Europea e le sue recenti problematiche: relazioni con Polonia e Ungheria

L’Unione Europea nasce come una sovrastruttura che integra e supporta gli Stati che ne fanno parte, sia a livello politico che economico. I motivi che hanno portato alla sua formazione sono del tutto pratici, come la necessità di evitare nuovi conflitti e avere facilitazioni commerciali. Nonostante ciò, negli anni il suo ruolo si è allargato, rendendo questioni politiche e valoriali di sua competenza. Oltre agli interessi dei singoli Stati, infatti, sono anche i valori che i membri UE condividono ad essere il collante di questa struttura-mosaico composta da nazioni con storie e culture diverse. Cosa può succedere quando vi sono divergenze fra i principi morali dell’Unione e quelli di uno o più Stati membri?

Image-empty-state.png

09/03/2021

Il microcredito e la nascita della Banca Etica. Manovre e obiettivi per ridurre la povertà nel mondo dagli anni ’70 ad oggi

Spesso sentiamo parlare di povertà nei Paesi del terzo mondo, dovuta alla mancanza di risorse e soprattutto di un’adeguata istruzione. Sembra impossibile immaginare che i cittadini più poveri del Bangladesh possano anche solo sapere cosa significhi avere un conto in banca, figuriamoci essere in grado di gestirne uno. Eppure, è proprio in Bangladesh, durante gli anni ’70, che per la prima volta si sentì parlare di Banca Etica: una modalità di Banking innovativa, basata sull’erogazione di piccole somme di denaro ai più bisognosi, al fine di offrire loro la possibilità di emanciparsi economicamente.

Image-empty-state.png

04/03/2021

L’India in rivolta. Una democrazia messa a nudo dalle proteste contadine

La rabbia di milioni di contadini, scesi in piazza per protestare contro la riforma agraria approvata dal governo Modi, sta paralizzando l’India ormai da mesi. È tra le crisi maggiori degli ultimi tempi e forse la più grande rivolta contadina che la storia moderna ricordi. L’imposizione del liberismo economico, il massiccio potere delle multinazionali, l’insicurezza alimentare persistente e le ombre di una democrazia che risponde con lacrimogeni, manganelli e censure emergono con forza in questo braccio di ferro tra governo e popolazione civile.

Image-empty-state.png

01/03/2021

“Gli Americani vengono da Marte, gli Europei vengono da Venere”

Partner storici, difensori dell’ordine liberale democratico, eredi di una storia comune che ne decretò il cambio del testimone per la posizione egemonica sullo scenario mondiale, gli Stati Uniti e l’Unione Europea hanno a lungo fatto vanto della propria alleanza transatlantica. Tuttavia, dalla fine della Guerra Fredda, i due attori internazionali hanno assunto posizioni sempre più distanti nelle rispettive politiche estere tanto da far supporre che provengano da due mondi diversi.

Image-empty-state.png

23/02/2021

I discorsi presidenziali americani: intervista a Lorenzo Pregliasco

Il workshop di Hikma In Words we Trust, Speeches that shaped American politics vedrà la presenza, tra gli altri, di Lorenzo Pregliasco. Lo abbiamo intervistato a qualche giorno dall’incontro

Image-empty-state.png

23/02/2021

La rivoluzione egiziana e una speranza annientata

Dieci anni fa, Il popolo egiziano si era riversato in massa per le strade del Paese riuscendo a porre fine al potere trentennale di Mubarak. Tuttavia, l’Egitto è rimasto stretto nella morsa della censura, della propaganda governativa e delle continue violenze volte a reprimere il dissenso.

Image-empty-state.png

22/02/2021

A brief analysis of the economic integration

“In the hierarchy of the obscure and unnatural words whose economic discussions clutter our language, the term integration stands at a high rank”.

Image-empty-state.png

20/02/2021

Greenwashing e perché di green c’è ben poco

Il greenwashing è una strategia di marketing sempre più utilizzata da grandi e piccoli marchi fondata su chiari ed immediati claims di eco-responsabilità, ambientalismo e sostenibilità che però, in realtà, in termini di sostenibilità lasciano ben a desiderare.

Image-empty-state.png

18/02/2021

“Razza”: come un termine scientificamente superato trova ancora spazio nelle nostre costituzioni

“Mantenere il termine razza nella Costituzione significa dire: guardate che il razzismo è una malattia che esiste ancora." Così si esprimeva Paolo Grossi, Presidente della Corte Costituzionale dal 2016 al 2018. All'estero però, leader politici stanno considerando di sostituire la parola “razza” con un’espressione alternativa che comunque possa mantenere valide le leggi antidiscriminatorie

Image-empty-state.png

17/02/2021

La Svizzera: diritti popolari e democrazia diretta

Nonostante oggi tutte le democrazie siano rappresentative, un Paese in Europa ha conservato anche caratteristiche di democrazia diretta. Si tratta della Svizzera, che può essere definita come una democrazia semi-diretta.

Image-empty-state.png

7/02/2021

La NATO e le nuove sfide globali:
intervista a Claudio Graziano e Alessandro Minuto Rizzo

L’ultimo evento di Hikma è stato tutto dedicato al fondamentale tema della sicurezza europea e internazionale, "la NATO e le nuove sfide globali", con la presenza di ospiti d’eccezione e di alto profilo nel contesto delle relazioni internazionali

Image-empty-state.png

7/02/2021

Eddi Marcucci: dalla lotta al Califfato alla sorveglianza speciale in Italia

Il Tribunale di Torino ha confermato l’applicazione della Sorveglianza speciale a Eddi Marcucci, una dei giovani volontari partiti tra il 2016 e 2018 per il Rojava, in Siria del Nord, per combattere contro l’Isis e contribuire allo sviluppo democratico della società curda.

Image-empty-state.png

25/01/2021

Oltremare: la Finlandia di Sanna Marin

Dal 2019 Sanna Marin è la Prima Ministra della Repubblica di Finlandia, la più giovane a ricoprire questo ruolo nella storia del Paese. Fin da subito, si è distinta per le proposte progressiste e per le prese di posizione su tematiche oggetto di controversie. Una figura a cui ispirarsi e una figura criticata: cosa sappiamo di lei?

Image-empty-state.png

25/01/2021

Macron e la difesa della laicità dello Stato francese: integrazione o lotta all’Islam?

Talvolta sono necessari compromessi fra identità e convivenza di più nazionalità e mediare fra queste due richiede tempo e manovre di integrazione efficaci. La Francia ne è attualmente un esempio.

Image-empty-state.png

25/01/2021

Ma che cos’è il populismo?

Dopo l’assalto a Capitol Hill e le uscite pubbliche di Trump il termine populismo è tornato al centro della discussione pubblica. Una parola ricca di sfumature e spesso abusata, sul cui significato anche gli scienziati politici sono venuti a scontrarsi

Image-empty-state.png

19/01/2021

Trade War USA-Cina: dove siamo e dove andiamo

Il 20 gennaio 2017, Donald Trump diventava Presidente degli Stati Uniti. Subito fece scalpore su i principali canali televisivi del mondo per le sue affermazioni shock. Secondo il neopresidente, il problema numero uno degli Stati Uniti era la Cina e bisognava agire subito.

Image-empty-state.png

13/01/2021

Teton County, in Wyoming, è la contea più ricca e diseguale d'America

Tra le montagne del Wyoming si nascondono i luoghi più ricchi e controversi degli Stati Uniti. Uno spaccato d’America che ha portato all’esasperazione la libertà fiscale e le sue conseguenze

Image-empty-state.png

13/01/2021

Il diritto universale all’istruzione

Non solo un dovere, ma prima di tutto un diritto: l’obbligo di fornire un’istruzione adeguata e gratuita, come chance per ricominciare da zero.

Image-empty-state.png

07/01/2021

Sensibilità e legislazione ambientale: dalle origini ai nostri giorni

L’uomo è sempre stato connesso alla natura in ogni sua forma. Le sue azioni, però, hanno spesso determinato situazioni di sfruttamento delle risorse naturali e inquinamento ambientale. Il 5 dicembre 1952, un’intensa e grigia nebbia calò sul cielo di Londra per oltre cinque giorni, portando con sé un considerevole numero di vittime. Da quel giorno, la questione ambientale appare sempre più dibattuta dall’opinione pubblica e dai decisori politici; cresce e si sviluppa una nuova sensibilità, interconnessa ad una nuova forma di cooperazione internazionale sul tema ambientale. Scopriamone radici e sviluppi.

Image-empty-state.png

07/02/2020

Una tra le minoranze più perseguitate al mondo: i Rohingya

Considerati "una minaccia alla razza e alla religione", immigrati illegali o anche semplicemente troppo alieni per una possibile convivenza pacifica, i Rohingya provano sulla propria pelle le conseguenze estreme del nazionalismo etnico-religioso.

Image-empty-state.png

05/01/2021

Uno sguardo sull’Afghanistan: la guerra infinita

Pedina più scottante e indomabile del Medio Oriente. Vittima di devastazioni umane e
materiali sin dall’invasione sovietica del 1979. È in Afghanistan che è nato il mito della
guerra santa, si sono affermati bin Laden, al-Qā’ida e i talebani. È in Afghanistan che è
cominciata una storia mai finita. L’accordo bilaterale tra gli USA e i talebani avviato da
Donald Trump nel 2019 e l’inizio dei negoziati inter-afghani avevano fatto sperare nella
fine dell’incubo di una guerra durata 18 anni. Eppure, l’epilogo sembra ancora lontano.

Image-empty-state.png

4/01/2020

PREMIO SACHAROV 2020: il vento del cambiamento bielorusso

"Vediamo il vostro coraggio. Il coraggio delle donne. Vediamo la vostra aspirazione e determinazione a vivere in un paese democratico in libertà e tutto questo ci ispira."

Image-empty-state.png

29/12/2020

Israele e la rivoluzione degli shorts

Alte temperature e pantaloncini di jeans, sospensioni scolastiche e bigottismo, disparità di genere e adolescenti in rivolta. Cronaca di una protesta che rischia di aver aperto il vaso di Pandora in uno dei Paesi più controversi al mondo.

Image-empty-state.png

29/12/2020

Criticità della transizione energetica. Intervista a Massimo Nicolazzi

A che punto siamo con la transizione energetica? Cosa è stato fatto e cosa no, in Italia e nel mondo? Quali interventi occorre mettere in atto? Ne parliamo con il dott. Massimo Nicolazzi, membro della Rivista Geopolitica Italiana “Limes”.

Image-empty-state.png

22/12/2020

La scalata elicoidale della storia. Intervista a Fabrizio Maronta

Iniziando da una curiosità del tutto accademica trovata in uno degli ultimi numeri di Limes, scivolando nello iper sviolinato argomento pandemico, fino a giungere finalmente al centro di tutte le questioni, ovvero la conoscenza e i suoi strumenti.

Image-empty-state.png

22/12/2020

Ambientalismo: Come l’attivismo ambientalista è percepito dall’opinione pubblica

Quando si parla di crisi ambientale e di movimento ambientalista, uno dei punti principali è quello di agire il più in fretta possibile in modo da prevenire il danno irreversibile che potrebbe svilupparsi nell’immediato futuro.

Image-empty-state.png

19/12/2020

Verso la normalizzazione dei rapporti con Israele

Il conflitto israelo-palestinese era stato fino ad ora interpretato come paradigma del sentimento mediorientale nei confronti dell’occidente, ma adesso la progressiva erosione del supporto alla causa, attraverso l’avvicinamento di numerosi attori ad Israele, sembra suggerire un cambio di rotta.

Image-empty-state.png

19/12/2020

Brexit: deal o no-deal?

Un errore di proporzioni storiche per alcuni, l'occasione per riprendere la piena sovranità della nazione britannica per altri. La Brexit dopo 4 anni di intense negoziazioni, due primi ministri inglesi e due commissioni europee, ha raggiunto l'ultimo capitolo della sua imprevedibile storia, con un finale ancora tutto da scrivere.

Image-empty-state.png

13/12/2020

Tutto quello di cui un tibetano non può parlare

L'obiettivo di "mantenere vivo il concetto politico di un Tibet autonomo all'interno del Tibet e tra diverse nazioni straniere" è stato effettivamente perseguito?

Image-empty-state.png

12/12/2020

L'intreccio tra attivismo socio-politico e l'autorità statale: nodi, equilibrio, l'anima del rapporto

Viviamo in un momento storico che ci ha regalato una rete di comunicazione globale tale da sottoporci informazioni su informazioni, 24/24, su (quasi) tutti gli avvenimenti attorno a noi e non solo: ma quando questi avvenimenti si concretizzano sotto il nome di 'attivismo', quanto in realtà sappiamo del rapporto tra quest'ultimo e l'autorità (o il potere) con cui si sta in(s)contrando?

Image-empty-state.png

12/12/2020

bottom of page